Moda

Design, sfilate, tendenze e shopping per tutti gli amanti della moda.

Musica

La sezione per la musica italiana e internazionale. News, nuovi album, concerti, interviste e approfondimenti

Società

Uno spazio dedicato agli approfondimenti e alle notizie di attualità.

Web e Tecnologie

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Home » Attualità

Il punto sui lavori nel municipio XII

Scritto da on martedì, 19 aprile 2011No Comment

Una nuova stagione è iniziata per l’Eur, dopo essere stato considerato per anni una testimonianza di un passato scomodo la sua vocazione all’innovazione lo proietta sempre di più su una scena internazionale, anche grazie alle scelte dei fautori di questa rinascita.

A partire proprio dalla Nuvola di Fuksas, che nel cuore del Municipio XII, l’Eur, ha trovato la sua collocazione, un grandioso polo congressuale, opera dell’architetto romano Massimiliano Fuksas. Un edificio di modernissima concezione, architettonicamente concepito come un enorme parallelepipedo, al cui interno, come a galleggiare nell’aria, si troverà la sala-auditorium, con quella singolare forma di nuvola, da cui il caratteristico nome con cui il centro congressi è già conosciuto nell’immaginario collettivo.
“Una gigantesca struttura all’avanguardia, che proietterà il territorio in una dimensione internazionale”, anche se i lavori di completamento hanno subito una battuta di arresto, l’apertura al pubblico della “nuvola”, infatti, è legata alla realizzazione di parcheggi in prossimità del sito. Se non verranno realizzati potrebbero essere bloccato l’intero progetto.

A pochi passi dalla Nuvola svettano due torri, ad oggi ridotte allo scheletro; nate negli anni ’60 su disegno di Cesare Ligini, queste hanno ospitato gli uffici del Ministero delle Finanze, ed oggi, attraverso un progetto di riqualificazione, verranno trasformate in due Palazzi dal valore commerciale di milioni di euro.
A mettere la firma su questo disegno ambizioso sarà l’architetto Renzo Piano, il cui intervento, insieme a quello dell’altro grande nome dell’architettura italiana Massimiliano Fuksas, trasformerà quest’angolo di Roma in un polo della modernità, in perfetta armonia con lo spirito del quartiere. A proposito delle ex torri, il Municipio XII si è impegnato affinché gli oneri concessori derivati fossero investiti in attività infrastrutturali nel territorio, come ad esempio, l’interramento di Via Cristoforo Colombo proprio in corrispondenza della Nuvola di Fuksas.

Le aspettative sono tante quindi, come quelle che coinvolgono il “Mare NostrumAquarium”, un museo multimediale costruito sotto il laghetto dell’Eur. Questo non sarà un semplice acquario, ma diventerà anche un centro di ricerca e di salvaguardia del mondo marino; la sua estensione di circa 16 500 mq, articolata su due piani, ospiterà, infatti, anche aule didattiche, mostre temporanee, spettacoli e incontri. L’Acquario dovrebbe essere pronto entro il 2012.

Ma l’Eur non può e non vuole rimanere chiuso in se stesso e così se nella direttrice che va verso Roma Centro poche sono le possibilità di manovra, nella direttrice opposta, quella verso il mare, la cui continua espansione di centri abitati fa diventare sempre di più l’Eur “centro città”, numerose sono le nuove opere strutturali realizzate.
Come quelle che hanno interessato Laurentino38 “una zona che per lungo tempo è stato simbolo di degrado ed emarginazione.” Effettivamente il quartiere ha pagato lo scotto della totale assenza di vie di collegamento con le zone limitrofe, rimanendo “isolato e chiuso in sé stesso. Un primo passo verso la rottura dell’isolamento è stata la realizzazione del sottopasso della Cristoforo Colombo, che ha messo il Laurentino in comunicazione con le zone adiacenti”, creando un collegamento diretto tra via Carlo Levi, il nuovo centro commerciale Euroroma2 e il punto di snodo di numerose strade che conducono in diverse direzioni.
Ma non è soltanto la viabilità, pur fondamentale, a determinare la vivibilità di un quartiere; occorrono anche luoghi di incontro e di svago in contesti gradevoli; per questo, “in via Francesco Sapori, già da tempo centro della vita commerciale del quartiere, è stata realizzata un’area verde, un viale costeggiato da alberi e munito di panchine, che si offre come punto di ritrovo e luogo per il passeggio”. E, sulla base della consapevolezza del ruolo fondamentale che la cultura riveste nelle operazioni di contrasto alle situazioni di disagio sociale, è stato realizzato il Centro Polifunzionale Elsa Morante, destinato ad accogliere una serie di spazi che si propongono come luoghi di crescita socio-culturale: due teatri, uno all’aperto e uno al chiuso, un parco giochi, piste ciclabili, un’ala per gli spettacoli e una galleria di arte contemporanea. La struttura, recentemente ultimata, è soltanto parte di un progetto più ampio, che prevede anche la realizzazione di uno SkatePark, della Casa del Fumetto, della Casa del Ciclismo, e di una grandiosa piazza, che ospiterà la nuova sede del Municipio, attività commerciali, uffici e una multisala.
L’obiettivo, ormai prossimo, è quello di proiettare il Laurentino in una nuova dimensione di centralità, e cancellare definitivamente l’immagine più tristemente nota del quartiere come luogo di abbandono.
Altra luogo che negli ultimi anni è stato oggetto di numerosi interventi di riqualificazione e la zona di Trigoria, dove l’apertura del Campus Biomedico ha rappresentato una ricchezza per tutto il territorio. La struttura sorge, infatti, in un’area che per lungo tempo è stata abbandonata a sé stessa e che, invece, grazie alla realizzazione del Campus è stata valorizzata. C’è, inoltre, in progetto un ulteriore lavoro di riqualificazione nella zona antistante il Campus stesso, sulla quale ancora non si è intervenuti, così da renderla facilmente fruibile ai cittadini ed evitare eventuali insediamenti abusivi.
Numerosi altri progetti interessano la prosecuzione ideale dell’Eur verso il mare, come la costruzione della “Super Pontina” o la creazione di Cinecittà Word, sempre sulla Pontina; tutte idee, comunque, volte a dare una maggiore centralità a quella che diventerà, secondo l’intenzione iniziale dei progettisti, sempre di più una ‘città dei congressi’, assecondando così la vocazione espositiva originaria dell’Eur.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.

Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1