Moda

Design, sfilate, tendenze e shopping per tutti gli amanti della moda.

Musica

La sezione per la musica italiana e internazionale. News, nuovi album, concerti, interviste e approfondimenti

Società

Uno spazio dedicato agli approfondimenti e alle notizie di attualità.

Web e Tecnologie

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Home » Attualità, Comune di Roma

Santa Palomba: bambini difesi e protetti dal Municipio XII

Scritto da on venerdì, 5 aprile 2013No Comment

Santa-PalombaAbbiamo incontrato e intervistato Adelaide di Palo, la responsabile dell’Isola dei giochi, un luogo per bimbi dai 3 agli 8 anni adibito per il dopo scuola. Santa Palomba è un quartiere di periferia del Municipio XII, con molti disagi e rischi per i bambini, una zona dove purtroppo prolifera la prostituzione, droga e violenza da oltre 10 anni. La giunta attuale ha cercato prima di tutto di difendere le famiglie e i propri figli creando strutture accoglienti . L’isola dei giochi è uno di questi. Adelaide di Palo ci dice: “l’Isola dei giochi è un servizio voluto dal Municipio XII e si rivolge a bambini dai tre agli otto anni. E’ in un certo senso un dopo scuola potenziato perché oltre al sostegno scolastico, i bambini vengono stimolati con laboratori creativi e manuali.

L’orario è dalle 16 alle 19. Lo staff è composto da quattro operatrici: una psicologa e coordinatrice, due educatrici professionali e un tecnico di ludoteca. Il Municipio XII ha stanziato dei fondi per questa realtà e le famiglie di Santa Palomba sono liete di usufruire di tale strutture per molteplici motivi. Sicuramente quello più importante è sapere i loro figli in un luogo dove vengono protetti e aiutati. Il Municipio offre tramite questa struttura oltre al sostegno ai bambini (3, 8 anni) anche un sostegno genitoriale, di assistenza tramite una psicologa e se c’è bisogno un successivo intervento di rete sociale del Municipio” Abbiamo intervistato anche le operatrici, i genitori e i bambini. Si avverte una grande empatia e stima tra le educatrici e i bambini e la gratitudine dei genitori per essere aiutati ad educare i propri figli. Se non ci fossero loro del centro, i bambini, i genitori, sarebbero abbandonati a se stessi e all’oscuro gioco del destino cabalistico. Invece il destino può essere guidato e cambiato, i bambini di oggi potranno essere un giorno persone vere per una società migliore.

La domanda che vorrei fare a chi gestisce la cosa pubblica è questa: “è preferibile avere un bilancio in attivo e bambini allo sbando oggi per una società violenta domani oppure un bilancio meno attivo , bambini sereni oggi per una società pacifica e trasparente domani? Spesso i politici sono l’espressione di una società egoistica e violenta. Investire nel bene degli indifesi nobilita la società e crea le condizioni per un mondo migliore. Un bambino è il più grande tesoro dell’umanità, farlo soffrire significa fare violenza su ognuno di noi con conseguenze disastrose. Gesù disse:                                                                                                                               Banner_Elezioni_2013

Ma se uno sarà di scandalo a uno di questi piccoli che credono in me, è meglio per lui che gli sia legata al collo una mola asinara e sia precipitato nel fondo del mare. […] Guardatevi dal disprezzare uno di questi piccoli… (Matteo 18, 6-10) .

Guardiamoci dal disprezzare noi stessi…

Guarda il video su Italialivetube.it

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.

Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1