Moda

Design, sfilate, tendenze e shopping per tutti gli amanti della moda.

Musica

La sezione per la musica italiana e internazionale. News, nuovi album, concerti, interviste e approfondimenti

Società

Uno spazio dedicato agli approfondimenti e alle notizie di attualità.

Web e Tecnologie

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Home » Moda

AltaRoma: cinque giorni per sognare nella capitale

Scritto da on giovedì, 4 febbraio 2010No Comment

Si spengono le luci sulle passerelle romane.
Come ogni anno la capitale, ormai faro dell’alta moda italiana insieme a Milano e Firenze, si propone più che come spettacolo in competizione con la houte couture parigina, come palcoscenico per mostrare i risultati raggiunti dagli italiani e per svelare al mondo giovani e nuovi talenti. Dal 30 Gennaio al 2 Febbraio, S.Spirito in Sassia è stato il cuore propulsivo dell’innovazione e del genio dei maestri della moda e non solo.
Ad aprire la kermesse Fausto Sarli, che da napoletano doc e sentendosi fiero di ciò, dedica la passerella al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che come lui va fiero delle proprie radici e dei proprio valori etici e morali. All’ insolita ed inaspettata dedica segue un tripudio floreale, tipico dello stilista, che chiude la passerella con la celebrazione dell’abito-calla, che richiama il fiore soprattutto nel taglio della gonna, in mille giochi geometrici e forme bizzarri. Oltre ai fiori, vanno di scena anche le lacrime: viene mandato in onda un video con gli abiti e le modelle più belle che hanno caratterizzato l’attività di Sarli.
Altro grande nome della moda capitolina è quello della maison Gattinoni, che attraverso il lavoro del famosissimo Guillermo Mariotto, sempre sensibile ai temi dell’ecologia, porta in passerella una donna vestita di abiti leggeri e fantasiosi che rimandano alla bellezza di fiori e farfalle, realizzati nei più svariati materiali: organza, shantung di seta, taffettà e macramè, impreziositi di fiocchi, borchiette in plexiglass, pietre e cristalli swarovski.

Lo stilista Guillermo Mariotto per Gattinoni

Raffaella Curiel, trae ispirazione per la sua collezione dagli echi primo novecenteschi dalla Ricerca di Marcel Proust, in un gioco di fiori da sapore molto chic, per una donna raffinata ed elegantissima.
Marella Ferrera invece racconta come sempre la sua terra, la Sicilia, stavolta attraverso i miti delle dee Demetra e Korè e con una miscela di colori che, come dichiara la stilista stessa: “vanno dal bianco assoluto delle saline al nero profondo della lava. L’originalità della sua collezione è nella tessitura, fatta di antichi ricami, macramè, vecchi centrini di lino, coralli di Sciacca da “dote” ed ancora gioielli scolpiti come un racconto appena iniziato.
La crisi viene messa al bando invece nella collezione di Luca Ward. Il libanese propone abiti sontuosi, da mille e una notte, dove a farla da padrone non è certo la sobrietà, ma perle argentate, ricami, colori che vanno dall’oro all’arancio al corallo.
Lorenzo Riva pensa invece agli anni Ottanta, lanciando sguardi alle divine Jane Birkin e Charlotte Rampling, ma anche a dive nostrane come Monica Vitti. E lancia una provocazione: “ L’alta moda resti a Roma, noi ci mettiamo grande impegno a far vivere due volte l’anno l’alta moda capitolina. E sono convinto che il prossimo luglio si tornerà a sfilare in piazza di Spagna.”
Renato Balestra stupisce come sempre, puntando sull’ormai classico ma intramontabile Blu Balestra, che quest’anno tinge mini abiti leggeri. Ma l’apice viene raggiunto con il marriage indossato da Miss Italia, Maria Perrusi, un abito vaporoso illuminato da perle e ricami.
E sulla polemica relativa al magico spettacolo di Trinità de’ Monti torna anche il grande stilista: “Roma- dice Balestra- ha perso grandi occasioni e non c’è stato il rilancio più volte annunciato. In particolare non capisco perchè non rifare “Donna sotto le stelle”. Era un evento di rilevanza internazionale che avrebbe potuto portare a Roma buyer e nomi del panorama internazionale…Silvia Venturini Fendi potrebbe essere un buon presidente, perchè è una donna che vive nel mondo della moda e vanta contatti internazionali importanti.”
I maligni potrebbero vedere un velato (forse neanche troppo) attacco alla presidentessa uscente Nicoletta Fiorucci, che ha deciso, a fine mandato, di non ripresentarsi. Pare che al suo posto verrà nominata proprio Silvia Venturini Fendi, della nota casa stilistica. La Fiorucci sembra lasciare ai più un buon ricordo, ad altri meno: sotto la sua guida AltaRoma ha deciso di sostenere economicamente gli atelier storici, permettendo loro l’utilizzo gratuito di S.Spirito in Sassia per chi avesse deciso di organizzare una sfilata in quella location e con un aiuto di 4 mila euro per chi decidesse per un altro luogo.
Archiviate le polemiche, “the show must go on”, e la moda è tutto tranne che non spettacolare e sorprendente e stupisce sempre con nuove proposte. Quest’anno la vera sorpresa sono i giovani: sfilano in passerella infatti le collezioni di due emergenti, Sara Lanzi e Gianni Serra. Nel 2007 Sara Lanzi vinse “who’s on next”, concorso per giovani talenti organizzato da Vogue Italia e AltaRoma, e torna a sfilare nella capitale con abiti che, per sua stessa ammissione: “ Sarebbero perfetti per un film di Sidney Pollack.” Gianni Serra, gioca in maniera più austera invece con volumi geometrici e rigorose linee di giacche e abiti.
Come dire, in questa manifestazione romana ce n’è per tutti i gusti, per lasciar sognare per pochi giorni, anche chi è lontano da passerelle e modelle.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.

Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1