Moda

Design, sfilate, tendenze e shopping per tutti gli amanti della moda.

Musica

La sezione per la musica italiana e internazionale. News, nuovi album, concerti, interviste e approfondimenti

Società

Uno spazio dedicato agli approfondimenti e alle notizie di attualità.

Web e Tecnologie

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Home » Politica, Primo piano

Intervista al Presidente di Adl Luigi Celori

Scritto da on venerdì, 8 aprile 2011No Comment

Per il nostro appuntamento settimanale di informazione su Roma e Provincia abbiamo invitato presso i nostri studi il Presidente di Autostrade per il Lazio, Luigi Celori, candidato alle prossime elezioni amministrative nel Comune di Pomezia. Abbiamo affrontato con lui tematiche prioritarie per lo sviluppo del territorio e il benessere dei cittadini, come l’occupazione, la mobilità, il rilancio dell’economia, l’assistenza alle fasce più deboli della popolazione.

Sostenere il tessuto economico vuol dire rilanciare l’occupazione, per fare questo è necessaria un’amministrazione che sappia cogliere le opportunità provenienti dall’Unione Europea che eroga molti finanziamenti alle medie e piccole imprese, allo stesso tempo è importante aiutare le aziende e metterle nella condizione di non essere costrette a delocalizzare i loro impianti di produzione, dotandole di servizi. Interventi per il miglioramento della viabilità in questo caso diventano essenziali, perché consentono di trasportare le merci in modo più agevole. In riferimento all’offerta di lavoro è importante che i cittadini sappiano che il Consorzio al quale è stato affidato il servizio Re.cup, durante la Giunta Storace, per la prenotazione delle visite sanitarie, sta attualmente mettendo in atto un progetto di ampliamento dei servizi che offrirà molte opportunità di lavoro. Il territorio si rilancia mettendo a sistema le opportunità offerte dalle istituzioni ma anche ottimizzando le spese. Il Comune di Pomezia ha attualmente 113 milioni di euro di deficit, è necessario risanare le casse dell’amministrazione comunale, non aumentando le tasse, ma ottimizzando e evitando di appaltare servizi che potrebbero essere svolti direttamente dai dipendenti pubblici.

Lei ha accennato ai disagi sociali. L’area di Pomezia ha sacche di povertà ma  purtroppo i Servizi sociali sono oberati di lavoro e non hanno la possibilità di intervenire in maniera efficiente ed esaustiva. Noi abbiamo in progetto di dotare la struttura di un’equipe di tecnici della Cooperativa Capodarco, estremamente competente in materia, per rendere più efficiente l’assistenza e aiutare così  tutte quelle persone che si trovano in difficoltà economica o  in una situazione di disagio.

Pur essendo un esponente di destra parla quasi come uno di sinistra.
Le problematiche di natura sociale, così come quelle di natura ambientale non hanno connotazioni politiche, anche se talvolta sembra il contrario, per esempio fummo noi ad affidare l’erogazione di alcuni servizi alla Cooperativa Capodarco durante l’amministrazione Storace, tuttavia nella successiva amministrazione Marrazzo siamo dovuti intervenire in sua difesa. Si tratta di un episodio paradossale visto che è una realtà che offre prestazioni d’eccellenza.

Nel Comune di Pomezia ci sono sufficienti centri anziani?
Ci sono numerosi centri anziani, ma contrariamente a quello che si potrebbe credere non è in loro favore che servono interventi. E’ necessario pensare alle giovani coppie, la cui presenza sta crescendo notevolmente, è infatti prioritaria la costruzione di nuove scuole e di asili nido. Per realizzare questi progetti vogliamo promuovere una partnership fra pubblico e privato, attraverso delle modifiche al piano regolatore renderemo alcuni terreni edificabili incentivando la costruzione di nuove cubature, chiederemo però in cambio ai privati di provvedere alla realizzazione di servizi utili come la costruzione di scuole o interventi di  ristrutturazione delle fognature. La zona si sta popolando di molti giovani probabilmente anche perché l’elevato costo della vita a Roma li spinge verso la provincia, è necessario pensare però a dei provvediementi che consentano di migliorare la qualità della vita, faccio un esempio, se una persona vive a Pomezia ma lavora a Roma non deve essere costretta a tre ore di traffico al giorno. Bisogna poi creare nuovi posti di lavoro. La realizzazione di strutture come Cinecittàworld o di Zoo Marine è una risposta a queste esigenze. Lo scorso anno Zoo Marine ha portato un’infinità di visitatori che per gli albergatori della zona hanno significato l’affitto di ben 40 mila camere, si deve poi pensare a quanti hanno fatto benzina, a quanti hanno approfittato per mangiare nei ristoranti della zona o a quanti hanno magari comprato un piccolo souvenir. Il Comune ha bisogno di opere come queste in grado di creare un circolo virtuoso. Nel Comune serve un’amministrazione esperta. E’ necessario mettere in campo diversi progetti a partire da quelli sulla mobilità. Certo non si può pensare che il problema della viabilità venga risolto in un batti baleno, ma al contrario i problemi  di ordine e pulizia delle strade possono essere risolti dal giorno d’insediamento. Per dare maggiore sicurezza ai cittadini e contrastare i disordini che si creano a causa dell’eccessivo consumo di alcol abbiamo pensato all’installazione di un sistema di monitoraggio per le strade che sarà gestito dalla polizia garantendo quindi la massima privacy a tutti.

Per vedere il video vai su: Italiatube.it ( Parte 1) Italitube.it ( Parte2)

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.

Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1