Moda

Design, sfilate, tendenze e shopping per tutti gli amanti della moda.

Musica

La sezione per la musica italiana e internazionale. News, nuovi album, concerti, interviste e approfondimenti

Società

Uno spazio dedicato agli approfondimenti e alle notizie di attualità.

Web e Tecnologie

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Home » Moda

Anna Wintour: Il diavolo da temere

Scritto da on sabato, 20 marzo 2010No Comment

Alla scoperta della temutissima donna del Fashion System

Anna Wintour

Il sogno di molte ragazze è quello di diventare, un giorno, come Anna Wintour, direttore dell’edizione Americana di quella che viene ritenuta la rivista più autorevole in fatto di tendenze: Vogue. Temeraria e determinata come poche, sin dall’adolescenza dimostra di avere tutte le carte in regola; la scalata della Wintour, infatti, ha inizio nel 1965 quando a soli sedici anni si presenta al suo primo colloquio di lavoro con l’intenzione di essere assunta da Vogue. All’incontro, l’allora direttrice Diana Vreeland le chiede quale posto le piacerebbe ottenere. Anna Wintour risponde prontamente “ il suo”. E’ così che l’attuale “donna di ghiaccio” è entrata nell’olimpo della Moda.
D’altra parte, era già cresciuta tra le pagine dei giornali; suo padre, all’epoca, era il direttore dell’Evening Standard. Da quel giorno la strada è stata tutta in salita.
Oggi vedere il suo celebre caschetto biondo e gli occhialoni scuri ad una sfilata rende immediatamente prestigioso lo stilista in questione.
Sebbene l’autrice del romanzo lo neghi, il celebre film “ Il diavolo veste Prada” è ispirato a lei.
La Wintour per contratto con la Condè Nast, ( Casa Editrice di Vogue e di altre riviste patinate ), ha uno stipendio annuo che supera i 2 milioni di dollari, un autista personale ed un budget annuale di 200.000 dollari riservato all’abbigliamento.
Una sua assistente ha confessato che la direttrice detesta le persone in sovrappeso. I canoni estetici seguiti nel selezionare le modelle per i servizi di Vogue, infatti, sono a dir poco estremi.
Per quanto riguarda le tendenze, predilige gli stilisti americani. Tra gli italiani, guarda caso, simpatizza per Miuccia Prada.
La Wintour è amante delle Pellicce. In particolare sceglie per se stessa quelle di Chanel e di Fendi. Per questa sua passione, è stata spesso presa di mira dagli animalisti. Famoso è diventato il giorno in cui, all’uscita da una sfilata con indosso una pelliccia, è stata ricoperta da vernice e uova.
Il direttore di Vogue America è anche la protagonista del documentario presentato e premiato al Sundance Film Festival, “The September Issue”, uscito da poco negli Stati Uniti ed atteso con trepidazione da tutte le Fashion Victims italiane. Il film è intitolato Il numero di Settembre perché descrive la preparazione del numero di Vogue più importante dell’anno.
Il documentario è stato girato dal regista R. J. Cutler, dopo 3 estenuanti anni di trattative con la direttrice di Vogue. Cutler, così, ha avuto accesso alla redazione Americana dove ha potuto seguire le fasi di lavorazione del celebre numero e riprendere la Wintour durante i suoi eventi mondani.
Anna Wintour si è sposata nel 1984 con uno psichiatra infantile più grande di lei di tredici anni. La coppia ha divorziato nel 1999. Dall’unione sono nati 2 figli. Avrebbe voluto introdurre la figlia nel mondo della moda ma quest’ultima ha rinunciato a lustrini e paillettes per prediligere gli studi in legge. Recentemente sono girati alcuni rumors riguardo una sua eventuale sostituzione da Vogue. Infatti, come accadeva ne “ Il diavolo veste Prada”, alcune voci di corridoio hanno ventilato la possibilità che la temeraria direttrice possa essere sostituita dalla collega francese Carine Roitfeld. Il gossip è stato subito smentito dalla direzione del Magazine.

di Katia Schieda

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.

Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1