Cinema

Viaggio nel mondo delle nuove proposte e soprattutto di chi ha reso il cinema immortale

Cultura e Libri

Cultura, libri, idee, creatività. Recensioni di libri , interviste, commenti.

Media e Social

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Nuove Tecnologie

Le nuove tecnologie cambiano la nostra vita, nello studio, negli acquisti, nel modo in cui ci rapportiamo.

Salute e Benessere

Recensioni, consigli, approfondimenti su salute e benessere: interviste, recensioni, consigli

Home » Primo piano

Swapping: alta moda a bassi costi

Scritto da on giovedì, 21 Gennaio 2010No Comment

In tempi di crisi anche la moda corre ai ripari. Se riutilizzare gli stessi abiti può risultare sconveniente agli occhi dei fashion victims, di fronte ai prezzi folli della houte couture, la creatività dei maniaci dello shopping risponde con lo Swap Party.

Proveniente  dall’estero, questo nuovo trend, che già spopola in Italia, consiste nello scambio di vestiti usati sì, ma solo di alta moda. Invece di ritrovarsi a passeggiare per le vie e guardare ammirati nelle vetrine abiti troppo costosi per essere acquistati, ci si incontra in luoghi  dove è possibile portare il proprio guardaroba usato scambiandolo con altri, in una sorta di chic baratto.

A Roma, Bologna, ma soprattutto Milano, luogo dal quale è partita proprio la nuova tendenza, vengono organizzate spesso appuntamenti per questo mercato dell’ usato senza denaro, ma la grande popolarità acquisita dallo swap ha portato all’ apertura di veri e propri negozi dedicati allo scambio. Le regole per l’acquisto sono semplici: si portano in negozio i propri abiti ai quali, dopo un’accurata selezione e analisi, vengono assegnati dei punteggi da uno a cinque, in base alla marca, stato dell’abito, qualità e fattura. Fatto questo ci si reca nel settore con lo stesso livello del nostro vestiario pronti a sostituire il modello per noi diventato obsoleto con un altro, tra le proposte del bancone-passerella, si pagano 10 o 20 euro per poter effettuare  il cambio e voilà, il gioco è fatto! Si è soddisfatti come appena usciti da un negozio di grandi firme. Le regole  garantiscono poi anche degli ottimi affari: non tutto può essere scambiato, i capi devono essere di buona qualità, quasi nuovi e mediamente costosi per superare la prova di ammissione.

Un tipo di shopping, quindi, oltre che di tendenza, anche assolutamente economico, con buona pace degli stilisti.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.


Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1