Cinema

Viaggio nel mondo delle nuove proposte e soprattutto di chi ha reso il cinema immortale

Cultura e Libri

Cultura, libri, idee, creatività. Recensioni di libri , interviste, commenti.

Media e Social

Social network, web, tecnologie e cybertendenze per tutti gli appassionati della rete.

Nuove Tecnologie

Le nuove tecnologie cambiano la nostra vita, nello studio, negli acquisti, nel modo in cui ci rapportiamo.

Salute e Benessere

Recensioni, consigli, approfondimenti su salute e benessere: interviste, recensioni, consigli

Home » Primo piano

Truculentus di Plauto rivisitato a teatro

Scritto da on lunedì, 25 Gennaio 2010No Comment

Chi l’avrebbe mai detto che il Truculentus di Plauto, una delle opere che ci è giunta più frammentaria, potesse essere ambientato in uno sperduto paesino, presumibilmente siciliano, popolato di personaggi dalle svariate parlate regionali, durante il periodo fascista? È la scommessa del regista teatrale Vincenzo Zingaro, che ormai da anni compie un percorso di ricerca e di rivisitazione del Teatro Classico Antico, alla guida della compagnia Castalia. Nel classico stile plautino sono presenti personaggi che non sono altro che maschere della nostra società: soldati fanfaroni, giovani innamorati, servi rozzi e prostitute….a dimostrazione che i caratteri del teatro latino hanno un radicato fondamento nella vita del nostro paese.

Al centro dei desideri degli uomini del paese vi è la bella prostituta Frenesia, una donna capace di ammaliare col suo fascino e di tramortire con la sua sensualità. Di lei sono innamorati Capatosta, giovane squattrinato che tenta di sfondare nel mondo del cinema, il Guercio, disposto a tutto per averla, e un anziano generale fascista, che promette alla donna l’intestazione di tutti i beni in cambio di un erede. A dirigere gli intrighi e i pettegolezzi troviamo invece Anastasia, che gestisce il bordello dove lavora Frenesia e Truculento, rozzo oste di paese.
Secondo lo stile plautino la narrazione stupisce con continue sorprese, lasciando sempre insoddisfatto l’orizzonte d’attesa del pubblico, in un vortice di eventi dove il vero Truculento, come nella vita reale, è proprio il destino.

Uno spettacolo piacevole, una storia divertente e a tratti commovente, che prima stordisce con l’inusuale ambientazione storica e poi rapisce, in un’Italia attraversate da numerosi cambiamenti e da profonde contraddizioni come quella degli anni ’30.

Il progetto della compagnia Castalia, fondata e diretta proprio dal regista, ha sede a Roma presso il Teatro Arcobaleno ed è riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività culturali come organismo di produzione e di interesse nazionale. Da ormai 18 anni promuove il recupero delle nostre radici culturali, evidenziando l’eredità del Teatro classico antico, col fine di ritrovare quel senso di unità formale e morale su cui si è formata al civiltà europea. Al regista, Vincenzo Zingaro, nel 2009 è stata conferita la benemeranza per l’Arte e la Cultura italiana, da parte della Società Dante Alighieri.
Dal 15 Gennaio al 28 Febbraio, Teatro Arcobaleno, via F.Redi 1/a., tel.06.44248154- 06.4402719-320.2773855

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.


Warning: exec(): Cannot execute a blank command in /web/htdocs/www.eurtorrinolive.it/home/wp-content/themes/arthemia-premium/footer.php on line 1